La consapevolezza non genera cambiamento!
Se bastasse sapere qualcosa per cambiare non esisterebbero fumatori (lo sono stato), persone sovrappeso (lo sono tuttora) e quant’altro ti possa venire in mente in tema di “miglioramento”. Basterebbe leggere una dozzina di manuali di auto-aiuto per diventare perfetti. 

Ma non è così: saper che una cosa è giusta non garantisce che quella cosa venga fatta. E lo sa bene chi deve presentare dei progetti di change management, siano essi riorganizzazioni, nuovi sistemi IT, nuove procedure, ecc.

Perciò quando lo scopo della tua presentazione è di far fare qualcosa – e nella maggior parte dei casi è così – non ti accontentare di spiegare, pensa soprattutto a come motivare all’azione. Puoi presentare bene, farti capire al meglio, ma ti garantisco che questo non porterà ad alcun cambiamento. 

La conoscenza genera conoscenza, l’azione genera il cambiamento

Vediamo alcuni accorgimenti da usare nella presentazione quando vuoi promuovere il cambiamento.

Perchè cambiare?

Se il cambiamento non porta un vantaggio a chi deve metterlo i pratica sarà destinato a fallire. Quando presenti pensa sempre a sottolineare il vantaggio per chi ascolta, dai loro una motivazione personale per il cambiamento, non solo organizzativa.

Dove andiamo? Fornisci un obiettivo chiaro e semplice

Nei processi di cambiamento l’obiettivo è fondamentale. Deve essere chiaro, semplice e inequivocabile. Se l’obiettivo è confuso le persone troveranno delle scuse, devieranno da esso, male interpreteranno la direzione e così non cambieranno.

Come ci arriviamo? Pochi passi ben orchestrati

Dividi il cambiamento in piccoli passi ben definiti così le persone avranno ben chiare le tappe intermedie che conducono alla meta finale. Avere dei punti intermedi ti consente di avere feedback più immediati sul processo di cambiamento (stiamo procedendo) e di non perderti per strada. Inoltre, spacchettare un processo di cambiamento in tappe più piccole è fondamentale per renderlo più digeribile perchè lo divide in cambiamenti più piccoli e meno faticosi.

Date di scadenza

Anche per questo è importante dare delle date di scadenza precise. Per sapere che stiamo muovendoci nella direzione voluta. Un progetto senza una data di realizzazione è un sogno e i sogni spesso non si realizzano.

Quando promuovi il cambiamento non basta che tu faccia appello alla semplicità e alla logica. Le persone devono capire, certo, quello che stai dicendo, ma devi dare loro una ragione, intima, passionale, viscerale per mettere in moto il cambiamento.

E comunque non basterà la tua presentazione da sola. Certo, è fondamentale per fare il primo passo, ma non pensare che ciò sia sufficiente. Devi lavorare per preparare il lancio della tua idea, ma dopo devi lavorare almeno dieci volte tanto, rinforzando i comportamenti positivi, quelli che spingono verso il cambiamento.

La presentazione è l’inizio: fondamentale, chiaro, motivante, ma è nel tempo e con perseveranza che il cambiamento si attua. Il cambiamento non è un evento, ma un processo che continua nel tempo, la presentazione segna il punto di partenza. Per questo è importante presentare bene.