Si sa, una foto vale 1.000 parole. Ma il famoso adagio, secondo me, è incompleto. Dovrebbe essere:

una bella foto vale 1.000 parole.

Troppo spesso nelle presentazioni si vedono fotografie di bassa qualità, sgranate e che non c’entrano nulla con il resto della presentazione. In questo articolo ti dirò dove trovo le foto per le mie presentazioni e che processo utilizzo per scegliere la foto giusta.

Prima di tutto un accenno al copyright

Il diritto d’autore è spesso sottovalutato, ma devi sapere che la maggior parte delle immagini e delle foto che trovi online è soggetto a copyright, quindi non puoi usarle liberamente: devi avere il consenso dell’autore o pagare delle royalties. Non basta fare una ricerca con Google Immagini per essere a posto con la coscienza e con la legge.

Dove trovo le foto

Ci sono principalmente 3 fonti da cui prendo le immagini:
1. Siti con immagini libere da copyright
2. Siti con immagini Creative Commons
3. Siti a pagamento

Siti con immagini libere da copyright

Vantaggi:
– Gratis
– Buona qualità

Svantaggi:
– Motori di ricerca non sempre precisi
– Alta probabilità di usare immagini già viste

Nel web puoi trovare molti siti che offrono immagini gratuite (non coperte da copyright) e che puoi usare liberamente. Alcuni anni fa la qualità delle foto disponibili non era alta, ma negli anni è aumentata molto. Purtroppo sono siti molto usati e quindi capita spesso che la stessa immagine venga utilizzata da molti utenti nel web e nelle presentazioni, con il rischio di vedere riproposte sempre le stesse foto. É sempre meglio trovare immagini che distinguano visivamente la tua presentazione (o il tuo articolo) dal resto della massa, quindi devi stare attento quando scegli le immagini in questi siti. Per esempio, questa foto appare su almeno una dozzina di siti, blog e articoli.

Quando devo cercare delle immagini free, io vado su thestocks.im, un portale che aggrega molti siti (circa 20) che propongono immagini gratis. I miei preferiti? Pixabay e Pexels

Siti con licenza Creative Commons (CC)

Vantaggi:
– Database enorme a cui accedere
– Gratis
– Se hai tempo trovi immagini di alta qualità

Svantaggi:
– Motore di ricerca poco efficiente perché le foto non sempre hanno i tag giusti che le identificano.
– Devi investire molto tempo per la ricerca della foto giusta
– Devi ricordarsi di utilizzare la foto in modo consono alla licenza e citando autore ecc.

La Creative Commons è un’organizzazione senza scopo di lucro dedicata ad ampliare la gamma di opere disponibili alla condivisione e all’utilizzo pubblico in maniera legale. Offre diverse licenze per la condivisione digitale delle opere di autori e artisti. Il sito ha una sezione per la ricerca di contenuti (immagini e video) nei siti che aderiscono alle licenze Creative Commons. Uno dei più famosi è Flickr dove molti autori concedono l’utilizzo delle loro immagini. Ricorda che puoi utilizzare queste foto sotto alcune condizioni particolari dettate di volta in volta dalla licenza scelta dall’autore (licenza CC). Per esempio: Utilizzo non commerciale, citare l’autore, inserire il link il suo sito e riportare anche il link al sito della licenza CC. In più l’autore specifica se puoi elaborare l’immagini, usarla a fini commerciali o no ecc.

Per esempio la foto di Megan Washington che ho usato in un mio articolo riportava questa didascalia:

Megan Washington – Sydney Opera House by kingArthur_aus sotto licenza CC BY 4.0 / tagliata dall’originale

Siti a pagamento

Vantaggi:
– Alta qualità delle foto
– Programmi di acquisto flessibili
– Motore di ricerca efficiente

Svantaggi:
– Costi: se devi usare molte immagini rischi di spendere molto.

Il web è pieno di siti a pagamento che forniscono immagini di ottima qualità. Di solito hanno un abbonamento mensile/annuale (tot foto scaricabili al mese) o la possibilità di acquistare crediti che scalano man mano che compri immagini. Hanno tutti motori di ricerca avanzati che permettono di cercare per parole chiave e anche per concetti (es. concetto di libertà). Puoi inoltre filtrare i risultati per forma delle foto (orizzontale, verticale, panoramica), numero di persone nella foto (nessuno, 1, 2, 3 ecc.) e per altri filtri a seconda del sito. In questo modo la ricerca risulta ancora più precisa facendoti risparmiare tempo prezioso.

Io uso spesso 123rf.com perché ha un buon rapporto qualità-prezzo e trovo tutto quello di cui ho bisogno a un costo ragionevole (un’immagine di dimensioni e qualità medio/alto costa circa 4 €).

Altri siti similari, sono:
Shutterstock.com
Adobe Stock
iStock Photo

Cosa faccio a trovare la foto giusta?

Se ho già un’idea precisa della foto che voglio usare, cerco nei siti Creative Commons o in quelli a pagamento. Preferisco non utilizzare i siti liberi per evitare le foto già viste e riviste.

Se non ho un’idea precisa di ciò che voglio usare, cerco stimoli in Google immagini o ricercando nei motori di ricerca dei siti a pagamento (trovo utile fare le ricerche per idee: concetto di team; immagini comunicazione; work-life balance). Da lì lavoro per associazioni libere (zapping tra le immagini) finché non individuo qualcosa che mi colpisca, che sia utile e in linea con la presentazione o l’articolo che sto scrivendo. Ricorda che un’immagine non deve essere semplicemente bella o d’effetto, un’immagine deve aiutarti a comunicare meglio il tuo messaggio. Scegli con cura e vedrai quanto una (bella) immagine ti aiuterà nella prossima presentazione.