Quanto avrei voluto avere dei trucchi che mi aiutassero a preparare il mio primo public speaking. Era il 2002, ero davanti a 300 persone e me la stavo facendo sotto dalla paura.

Ritornando a quei giorni ho pensato che sarebbe stato bello una guida che potesse essere utile a chiunque debba preparare un public speaking.
Ecco quindi 6 trucchi per parlare in pubblico alla grande.

Trucco 1: alza il culo


Sali sul palco, che sia un palcoscenico, una sala convention o la stanza di una riunione e inizia a parlare. Se non esci dalla tua zona di comfort non parlerai mai in pubblico. L’unico modo di migliorare il public speaking è… parlare in pubblico. Non è che per magia, ti sveglierai un giorno e saprai parlare in pubblico. Non c’è ancora un computer alla Matrix che ti permette di imparare tutto in una notte. Tu non conosci il Kung fu, ancora.

Lo so che all’inizio l’idea di parlare in pubblico ti spaventa, ma devi trovare il coraggio nella forza di quello che vuoi comunicare. Inizia con un’idea, un progetto o un prodotto a cui tieni. Non tenerlo per te, condividilo con agli altri, altrimenti rimarrà un’idea e non prenderà mai il volo.

Trucco 2: comunica una cosa sola, ma fallo benissimo


Non dilungarti, va’ dritto al punto ed esprimi con convinzione la tua idea, ma solo quella. È il tuo unico obiettivo: fare in modo che tutti la capiscano bene e se ne innamorino. Non aggiungere altro, non condirla, vai al punto e sii preciso. Aggiungere crea solo confusione e distoglie il pubblico dall’idea chiave. Non sprecare il tuo tempo e quello di chi ti ascolta, non sei più a scuola, non devi scrivere almeno 3 facciate per prendere un bel voto nel tema di italiano. Devi vendere e lo devi fare in maniera breve e precisa.

Trucco 3: conosci il tuo pubblico


Per poter comunicare bene devi sapere a chi stai parlando. Solo così saprai quali tasti toccare per coinvolgere il tuo pubblico e farlo innamorare della tua idea. Devi conoscerlo, sapere che cosa desidera e di che cosa ha paura, quali resistenze ha e quali parti del tuo speech accoglierà facilemtne. Rispondi a questa domanda (chi sono?) prima di fare il tuo speech  e sarai più efficace quando parlerai.

 

Trucco 4: sii rapido, ma non avere fretta 

Quando parli in pubblico less is more (meno vale di più). Prenditi il tuo tempo per spiegare la tua idea, ma non tutto il tempo: se hai a disposizione 20 minuti, finisci in 15, se ne hai 30 termina in 20 minuti. Dai l’idea (corretta) di conoscere bene il tuo argomento. Non temere di avere poco tempo a disposizione o di ridurlo ulteriormente, in 15 minuti si possono dire un sacco di cose. I TED Talk, gli speech delle famose conferenze, durano 18 minuti. Se John Kennedy ha convinto un’intera nazione ad andare sulla luna in 18 minuti, tu puoi convincere il pubblico della validità della tua idea in 15 minuti.

Trucco 5: accetta gli errori e impara da essi

Non pensare di essere perfetto, non lo sarai. Farai degli errori, ma saranno necessari per perfezionarti. L’importante è che tu affronti il tuo pubblico e la tua paura e inizi da qualche parte.
Anche i migliori oratori commettono errori. Nessuno di loro scende dal palco dicendo che è andato tutto bene. Trovano sempre delle piccole imperfezioni ed è questo che li fa migliorare. É come nello sport: quando incominci ti senti impacciato e sbagli molto. Man mano che pratichi e acquisti esperienza elimini gli errori più grossolani e inizi ad affinare le tue abilità. I grandi campioni limano anche i più piccoli errori. Pensa ai velocisti dei 100 metri che lavorano per migliorare decimi o centesimi di secondo. Così è nel public speaking, più parli in pubblico e più riuscirai a migliorarti. L’importante è iniziare e non avere paura degli errori, ma accettarli e imparare da essi.

Trucco 6: la paura di parlare in pubblico è tua amica

La paura è un’emozione forte e potente, e altrettanto potente è l’aiuto che può darti quando presenti. La paura ti aiuta a fare bene, ti fa’ ripassare mentalmente lo speech una volta in più, ti motiva ad essere uno speaker migliore. Senza paura saremmo estinti. La cosa importante è che la paura non diventi panico, che non ti blocchi. Qui trovi alcuni trucchi che ti permetteranno di mettere la paura nel giusto contesto e ti aiuteranno a prepararti per combatterla  e usarla a tuo vantaggio. All’inizio spaventa, ma se vista nella giusta prospettiva, la paura può diventare tua amica.

Ecco qui la lista che avrei voluto avere 15 anni fa, se vuoi parlarne, discuterne o se hai bisogno di aiuto per il tuo prossimo speech, scrivi un commento qui sotto o direttamente alla mia mail (emascherpa@speech.it), sarò felice di risponderti.

 

foto: <a href=”http://www.freepik.com/free-photos-vectors/background”>Background image created by Fwstudio – Freepik.com</a>